IL PROGETTO

La Velostazione è un’idea dell’associazione Salvaiciclisti-Bologna. Nel 2012 un gruppo di ragazzi, ispirati dalla nascita del movimento nazionale #salvaiciclisti, fondano Salvaiciclisti-Bologna. Il gruppo, impegnato nel dibattito pubblico sulla mobilità urbana su social media e giornali, si dedica anche a campagne di comunicazione, eventi di promozione e difesa del ciclismo urbano.

Dalla necessità di un parcheggio custodito per bici in zona Stazione, nasce l’idea di un luogo che unisca servizi ai ciclisti, socialità, cultura e divulgazione. Selezionando il progetto tramite il bando Incredibol, il Comune di Bologna mette a disposizione i locali al di sotto della scalinata del Pincio per ospitare la Velostazione. Nasce Dynamo – la Velostazione di Bologna.

IL LUOGO

Dynamo occupa i locali del Pincio, l’interno della scenografica scalinata di accesso alla Montagnola. Il complesso fu progettato da Tito Azzolini e inaugurato nel 1896. I grandi locali sotto la scalea hanno avuto, nei decenni, gli usi più diversi: prima deposito comunale poi, durante la seconda guerra mondiale, arricchito di due tunnel fu adibito a rifugio antiaereo. Dopo aver protetto più di 2000 bolognesi dalle bombe, il Pincio è stato adibito, fino al 2015, ad autorimessa. Oggi è finalmente un parcheggio bici, un luogo restituito alla città e alle persone.

CHI SIAMO