Prendi il freddo per la gola!

In questi ultimi giorni il freddo ha dato filo da torcere ai ciclisti bolognesi. Oggi c’è il sole ma l’aria rimane decisamente gelida. Qualcuno di voi avrà lasciato la bici legata pensando che l’unico modo per pedalare senza congelarsi sia dotarsi di un’attrezzatura che faccia sembrare un antico cavaliere della Tavola Rotonda. Ma non c’è bisogno di vestirsi come il diretto antenato di Re Artù o di impersonare un pinguino artico. Pedalando ci si riscalda, ma allora perché alle volte abbiamo tanto freddo? C’è un cosino magico che i ciclisti urbani di lunga data non mancano mai di tenersi in tasca, ed è il segreto di Pulcinella per sconfiggere concretamente il freddo in modo semplice e pratico: il paracollo.

La zona del collo e della gola è infatti particolarmente sensibile alla bassa temperatura ed è la parte più esposta non solo al freddo, ma anche all’aria di spostamento che si crea pedalando. Insieme a mani e piedi, il collo è un tratto del corpo che si raffredda velocemente, un punto molto delicato che soffre le basse temperature: dunque è importante preservarlo e prendersene cura. Se avete già indossato un bel doppio calzino e scelto delle scarpe che coprono bene anche le caviglie (le caviglie nude lasciamole ai teenagers, sopra i 25 anni non possiamo davvero permettercele!), se avete scelto finalmente di prendere un buon paio di guanti termici, è arrivato il momento di pensare al paracollo, un fazzoletto in tessuto tecnico che finirai per portare sempre con te.

 

Può essere una sciarpa, puoi tirarlo su fino alle orecchie (soprattutto per chi non ha il conforto di una folta chioma, trick indispensabile!), puoi usarlo come bandana o sottocasco (anche in primavera e in estate). Se tendi a sudare, si asciuga in un istante. Se soffri di maldigola o otiti, ti protegge dai colpi d’aria.

Non è rigido e puoi spostarlo e regolarlo a piacimento, alzarlo ed abbassarlo secondo le tue esigenze, farlo arrivare fino alla bocca o alzarlo fino a coprire anche il naso, protegge perfettamente da tutti gli spifferi , aderisce bene al tuo corpo e non si forma nessun tipo di condensa essendo completamente in microfibra e traspirante.

È un compagno di viaggio inseparabile e poco ingombrante, che può essere ripiegato nello zaino o nella borsa ed essere utilizzato all’occorrenza, così da non dimenticarlo mai a casa!

Noi abbiamo scelto di tenere a Dynamo un modello tecnico di produzione tedesca che oltre a un’ottima qualità di fattura che te lo assicura a 1000 lavaggi, costa pochissimo e c’è in tanti colori e fantasie. Il paracollo è destinato a diventare presto la tua coperta di Linus, dandoti quel senso di comodità e protezione di cui devi armarti contro il freddo.

Paracollo P.A.C. di Bike Parts, fattura tedesca, 14,99 Euro

Altri articoli

Iscriviti alla nostra newsletter!